CAI Monti Lattari

News

Escursione 24 Marzo /2

Domenica 24 Marzo 2019

Monti Lattari

da Corbara a Vico Equense in 5 Tappe
II Tappa

Difficoltà: E

DIRETTORE DI ESCURSIONE:
VINCENZO DEA 329 6115333
FRANCESCO ESPOSITO 338 4827001

DISLIVELLO: 380m      DURATA: 4h visita guidata e soste escluse      LUNGHEZZA: 8Km      TIPOLOGIA: A

APPUNTAMENTO A: con auto proprie dalle ore 8:45 presso il Centro Laser a C.mare di Stabia. – Ore 9,00 partenza.
APPUNTAMENTO B: Ore 9,20 c/o parcheggio Castello di Lettere – NA.

COME RAGGIUNGERE IL LUOGO: da Sorrento percorrendo la statale n°145, uscita Terme Stabiane a Castellammare di Stabia, proseguire per Viale delle Puglie fino a trovare il Centro Laser. Da Napoli percorrendo l’A3, uscita Castellammare, direzione Gragnano – Lettere.

DESCRIZIONE DELL’ITINERARIO: Percorso ad anello n.1) Parcheggio presso Castello di Lettere, con visita guidata al Castello. n.2) Inizio escursione con visita alla grotta di San Benedetto. n.3) – Case Giordano ingresso sent. Cai 340A, mt.520, incrocio sent. Cai 340, Ballatora, ( 350 m.) Incrocio sent. Cai 346 per Lettere Castello. Ritorno al Parcheggio. (Opzione sosta Chianiello da valutare sul posto).

NOTE GENERALI: E’ la seconda delle cinque escursioni, tra loro collegate, di un cammino di circa 50 Km. Percorreremo le antiche vie di comunicazione, fatte di sentieri, di mulattiere, di borghi, incontrando la loro storia fatta di chiese e di castelli millenari, di mestieri legati alla tradizione di queste montagne e che ancora oggi ne determinano la vocazione imprenditrice.
Descrizione dell’itinerario: Partiremo dalla visita al Castello di Lettere, (Alt. 347 m.) edificato durante il Ducato di Amalfi nel X sec. E’ stata concordata una visita con biglietto di ingresso. Dopo la visita, prenderemo una sentiero che ci porterà prima alla grotta di San Benedetto, poi sulla parte alta del paese, Case Giordano (Alt. 474 m.) dove inizia il sent. 340A, lo percorreremo per 2,5 Km. fino al bivio del sent. 340. (Alt.430) Di questo ne percorreremo un tratto in discesa fino a raggiungere sulla sinistra un secondo incrocio con il sent. 346 (Alt. 250 m.) che ci riporterà al punto di partenza. Volendo continuare a scendere dopo 10′ ci troveremo nello spazio attrezzato del Rifugio Chianiello di Angri. (Alt. 200 m.).

FLORA E FAUNA: Querce e castagni sono le specie arboree prevalenti in zona. Anche la fauna è presente con qualche: lepre, cinghiale, volpe, riccio, talpa, moscardino, biacco, biscia, donnola, faina. Purtroppo tracce di attività venatoria e di incendi dolosi sono visibili lungo il percorso.

EQUIPAGGIAMENTO: abbigliamento da montagna a strati, scarpe da trekking, giacca impermeabile o mantellina antipioggia, copricapo, bastoncini da trekking, almeno 1,5 litri di acqua, colazione a sacco.

AVVERTENZA: Il responsabile dell’escursione si riserva di modificare l’itinerario, o annullare l’escursione, anche senza preavviso, qualora non sussistano, a suo giudizio, le condizioni di sicurezza indispensabili al suo svolgimento come da programma. Si riserva, inoltre, di escludere i partecipanti non opportunamente equipaggiati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *