CAI Monti Lattari

News

Escursione 17 Aprile – Lunedì dell’Angelo

 

Lunedì 17 Aprile 2017

Monti Lattari: Da Corbara a Vico E. in 5 tappe. III tappa  

Orsano di Lettere – Sentiero 345, Fontanile, Aurano, (Gragnano).

Difficoltà E

Responsabile: Vincenzo Dea  (3296115333)

Traversata: Da Orsano di Lettere si imbocca il sent. 345, si arriva al ” Fontanile e si prosegue per la Vena del pericolo fino ad arrivare ad Aurano

DISLIVELLO: 318 m.     DURATA: 3.00 ore    LUNGHEZZA: 6 Km. + 2 Km. per ritorno a Gragnano.  DIFFICOLTA’: E

 AVVERTENZA: Il responsabile dell’escursione si riserva di modificare l’itinerario, o annullare l’escursione, anche senza preavviso, qualora non sussistano, a suo giudizio, le condizioni di sicurezza indispensabili al suo svolgimento come da programma.

Appuntamento A: con auto proprie dalle ore 8:45 presso il Centro Laser a C.mare di Stabia. – Ore 8,55 partenza per Gragnano.

Appuntamento B: Ore 9,15 a Gragnano, piazza San Leone dove parcheggeremo le auto.  Attenzione: Nei giorni festivi le corse di linea sono ridotte o cancellate.  Per questo è stato prenotato un mini Bus, che ci porterà a Orsano di Lettere  che dista da Gragnano circa 5 Km.

–  N.B. Per questo motivo è obbligatorio prenotarsi per l’utilizzo del mezzo, il cui costo verrà suddiviso tra i passeggeri circa €.2,50

Per prenotare basta inviare un Sms al mio numero cell. sopra indicato con i nomi dei richiedenti entro sabato 15 c.m. Termine ore 12,00

Equipaggiamento: abbigliamento da montagna a strati, scarpe da trekking, giacca impermeabile o mantellina antipioggia, copricapo, almeno 1 litro di acqua, utili i bastoncini da trekking.

Come raggiungere il luogo: da Sorrento percorrendo la statale n°145, uscita Terme Stabiane a Castellammare di Stabia, proseguire per Viale delle Puglie fino a trovare il Centro Laser o direttamente a Gragnano.   Da Napoli percorrendo l’A3, uscita Castellammare, direzione Gragnano.

 Note generali: E’ la terza delle Cinque tappe di un cammino di 50 Km. circa, unite tra loro da un ideale Filo di Arianna. Partendo dal Comune di Corbara (SA). fino a quello di Vico (Equense NA). percorreremo le antiche vie di comunicazione, fatte di sentieri, di mulattiere, di vecchie stradine,  tra piccoli centri pedemontani, villaggi rurali, oggi diventati paesi ma che sono ancora parte viva della nostra tradizione. Incontreremo la loro storia, i mestieri legati a queste montagne, dalla pastorizia alla viticoltura, alla trasformazione dei prodotti del territorio. Una viaggio in cinque puntate, pensato e sviluppato “fuori porta”, vissuto sui nostri passi e non seduti in poltrona davanti alla TV. Lo gusteremo con calma, cogliendo i tanti spunti per approfondire e riflettere sul come eravamo e su come siamo diventati oggi. Ogni percorso sarà collegato con gli altri da punti di contatto in modo da non interrompere il nostro cammino e il filo conduttore della nostra storia.

 Descrizione dell’itinerario: Giunti a Orsano, prenderemo il sent 345.  (Alt. 474 m.)  Lo percorreremo fino alla località ” Fontanile”  dove si trova il bivio con il sent. 345B del M. Muto.  Proseguiremo per la Vena del Pericolo e di seguito per il Butto dell’Acqua con vista sull’importante acquedotto medioevale. Dopo poco Inizieremo ad intravedere il campanile della chiesa di Aurano, punto finale della breve escursione di soli 6 Km.

Percorrendo in discesa la stradina carrozzabile per 2 Km. si raggiungerà la piazza San Leone dove ritroveremo le nostre auto.

 

Sosta PICNIC. – ( facoltativa) E’ stato individuato uno spazio pic nic presso un’azienda agricola del piccolo borgo dove, in modo tradizionale e vista la ricorrenza, potremo consumare la nostra colazione al sacco ed eventualmente assaggiare e/o comprare prodotti tipici come vino, miele, salumi e formaggi.  Sottolineo che non è il solito agriturismo attrezzato, per cui bisognerà munirsi di teli e altre comodità e vivere questo momento con lo spirito genuino della “scampagnata” come quelle in uso una volta, quando ci si sapeva divertire con poco e apprezzare l’allegria e la buona compagnia. Chi non è interessato al picnic potrà proseguire sulla carrozzabile per 2 Km. e fare ritorno alle auto lasciate a Gragnano.

Flora e fauna: Visto il periodo primaverile potremo godere del risveglio della natura e del suo rifiorire.                                                                                                                                                                      Il direttore di escursione,             Vincenzo Dea