CAI Monti Lattari

312

La Via della Neve

Punto di partenza Cava de Tirreni (Contrapone)
Punto di arrivo Cava de Tirreni (Tuoro Sant'Angelo)

Informazioni

Informazioni principali sul sentiero

Avvertenze

Il sentiero è stato attraversato da incendi nell’agosto 2017. Attualmente non è agevolmente percorribile per la presenza di tronchi, di sterpaglie e per la parziale scomparsa della segnaletica CAI.

Come raggiungere il sentiero
Il percorso parte dalla località Contrapone della frazione Passiano di Cava dei Tirreni, dove si può arrivare in auto o con i bus della linea CSTP con partenza da Cava de Tirreni.
Toponimi del percorso
Contrapone (350), Incrocio 312a (441), Punta Navarra (1036), Vetta M.Sant'Angelo (1130), Incrocio 300 312a Tuoro Sant'Angelo (897)

Descrizione

Il percorso collega la frazione Passiano di Cava dei Tirreni alla Vetta del Monte Sant’Angelo, nonché all’Alta Via dei Monti Lattari. E’ denominato la Via della Neve per il gran numero di neviere che si incontrano lungo il tragitto. Parte dalla località Contrapone (m 350) e, precisamente, dalla vecchia calcara attualmente trasformata nel Ristorante “Ottocento”. Si percorre in salita la sterrata adiacente detto ristorante e, dopo circa quindici minuti, all’incrocio con il 312a (m 441), si devia verso destra su roccette. Durante la salita, si incontrano piccoli fenomeni carsici, boschi di castagno, lecci ed altro. Giunti a Punta Navarra (m 1036) si devia verso sinistra per il crinale fino a raggiungere la vetta del Monte S. Angelo di Cava (m 1130), occupata attualmente da impianti di telecomunicazioni, militari e civili. Dalla Vetta del Monte Sant’Angelo si discende lungo il crinale di sinistra (direzione sud) fino ad arrivare al Tuoro Sant’Angelo (m 897), dove il percorso termina all’incrocio con il 300 ed il 312a.

Da Instagram #caimontilattari312

Commenti e Recensioni

Leggi cosa gli altri pensano di questo sentiero o condividi la tua opinione

1 commento

  1. Il sentiero e stato ripristinato e liberato dai vari tronchi caduti dopo gli incendi si puo’ attraversare con tranquillita’ tenere solamente d’occhio i pochi segni rimasti vicino le roccie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *